nemesis

Psicologia Clinica e Forense – Psicoterapia – Logopedia

https://centronemesis.com/lesperto-risponde/


Lascia un commento

L’ESPERTO RISPONDE: come affrontare la disfunzione erettile?

Mauro, 27 anni

Buongiorno,
per me è difficile chiedere aiuto sulla situazione che sto vivendo. Mi sento molto in imbarazzo e faccio fatica a parlare di queste cose. Scrivere a voi di questo problema lo rende ancora più reale nella mia mente, mi fa paura, ma penso che sia arrivato il momento di farci i conti e provare a risolvere la situazione.
Sono fidanzato da 4 anni con una ragazza, abbiamo un bellissimo rapporto, io sento che è la ragazza giusta per me, stiamo progettando di vivere insieme e di costruire con il tempo una famiglia con almeno due figli e un cane. Ma da diversi mesi a questa parte non riusciamo ad avere rapporti. Io vado in agitazione, mi viene la tachicardia, inizio ad avere una forte sudorazione e perdo completamente l’erezione. Lei prova a continuare e ad aiutarmi ma non funziona mai. Io divento triste, mi sento in colpa, ho paura che lei possa lasciarmi o addirittura pensare che sia lei il problema. Non potrei sopportare che lei pensi sia colpa sua, non è colpa sua io sento che è mia l’agitazione quando arriva quel momento perché prima provo una fortissima attrazione nei suoi confronti e desidero tanto fare l’amore con lei. Poi, però, non riesco. Sta diventando un incubo e non riesco più ad approcciarmi a lei.

Buongiorno Mauro,
grazie molte per averci scritto.

Quello che lei descrive è un problema che riguarda diversi uomini. La prima cosa da fare in queste situazioni è escludere che ci siano cause organiche a quello che le sta accadendo, sarebbe opportuno facesse una visita andrologica. A volte queste problematiche sono dovute a problemi ormonali o a problemi di flussi circolatori all’interno dei corpi cavernosi del pene.

Una volta esclusa la causa organica si può iniziare a pensare ad una causa psicogena, possono essere molteplici i fattori che contribuiscono ad una difficoltà di mantenimento dell’erezione durante un rapporto sessuale. Alcuni di questi possono essere una scarsa autostima, il timore di deludere il partner, la paura che ricapiti la prestazione deludente, dando, così, il via ad un circolo vizioso.

Lei e la sua compagna, qualora lo riteneste opportuno, potreste rivolgervi a un sessuologo clinico, la sessualità si gioca nella coppia ed è importante non escludere il partner in questo percorso anche se spesso si pensa che sia solo un proprio problema. E’ usuale cercare di darsi la colpa in questi casi, ma affrontare insieme il problema renderà l’esito della terapia più favorevole.

Uno dei trattamenti più usati è la Terapia Mansionale Integrata: è un metodo che mira alla risoluzione del sintomo e allo scioglimento del circolo vizioso di automantenimento dello stesso. Attraverso questo metodo ogni partner ha la possibilità di conoscersi, conoscere l’altro e conoscere sé attraverso l’altro avendo come obiettivo la ricerca del piacere condiviso.

Spero di esserle stata di aiuto.

https://centronemesis.com/lesperto-risponde/


Lascia un commento

L’ESPERTO RISPONDE: non abbiamo più una vita sessuale…cosa significa?

Ettore, 46 anni

“Buongiorno, sono Ettore ho 46 anni e da 15 sono sposato con Irene e abbiamo due figli ormai entrambi grandi e spesso fuori casa. Io e mia moglie oramai non facciamo più l’amore da molto tempo, circa un anno e mezzo. immagine sexNel tempo la frequenza era già diminuita molto, ma ad oggi non abbiamo più vita sessuale. Io sento ancora di desiderarla, le occasioni per avvicinarmi sono poche, ma mi sembra che appena io lo faccia lei si irrigidisce o comunque non lascia spazio. Inizialmente provavo ad insistere facendo notare la cosa o attraverso qualche battuta, ma nulla. Lei mi dice che non sa perchè fa così, sa solo che non riesce e non le va. Continua a leggere

https://centronemesis.com/lesperto-risponde/


Lascia un commento

L’ ESPERTO RISPONDE: adolescenza e sessualità

Giuseppina

Salve ,
mio figlio ha 15 anni.
Un paio di anni fa, in alcune occasioni in cui ha dormito con il padre (siamo separati) si è verificato che durante la notte mio figlio toccasse le parti intime del padre. In realtà abbiamo lasciato correre.. Oggi ho scoperto, a distanza di due anni, che succede la stessa cosa quando capita che dorme con un suo amico. Mio figlio è molto timido e introverso e sensibilissimo… con me un po’ parla… Come mi devo comportare? Un consiglio…

Continua a leggere

Simona, 25 anni

https://i1.wp.com/anorgasmia.net/wp-content/uploads/2012/12/anorgasmia1.jpg?w=611“Buongiorno sono Simona, ho 25 anni e sono fidanzata con Luciano da 4 anni. Il mio fidanzato è fantastico, è bello, ha tanti interessi, insieme facciamo tante cose; gli voglio molto bene e anche lui ne vuole a me.
Però io ho un problema da sempre con lui, veramente l’ho avuto anche con gli altri… Non sono mai riuscita ad avere un orgasmo durante i nostri rapporti sessuali, questa cosa mi crea molte difficoltà, non mi sento come le altre ragazze, mi sembra che mi manchi un pezzetto. Con Luciano molto spesso fingo e lui non se ne accorge, ma per me sta diventando troppo difficile, ogni volta che abbiamo un rapporto spero di poter raggiungere l’orgasmo, non avviene e mi sento frustrata, inadeguata e mi sento in colpa perché è come se facessi una cosa brutta a Luciano.
Mi piacerebbe avere un aiuto perché vorrei capire cosa fare! Sono stufa di questa situazione, mi crea ansia!”
Continua a leggere